Bollo auto Bollo auto
Consigli per viaggiare in auto Martedì, 27 Aprile 2021

Bollo auto: come calcolare il pagamento

Quando si acquista un’auto nuova bisogna considerare anche tutte le spese di gestione e amministrative che il possesso, non solo l’uso, di questo mezzo comporta.

È il caso del bollo auto e dell’assicurazione. Il bollo automobilistico è una tassa particolare che varia in base alla potenza del mezzo (i cavalli o i Kw) e alla classe ambientale cui fa parte (Euro 0, Euro 1, Euro 2, eccetera). Maggiore è la potenza e la capacità inquinante (una classe ambientale più bassa) maggiore è il costo del pagamento bollo auto. Scopriamo tutti i dettagli relativi a questa tassa automobilistica.


Che cos’è il bollo auto

Come indicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate, il bollo auto è una tassa automobilistica gestita dalle Regioni e dalle province Autonome (salvo che per la Sardegna e il Friuli Venezia Giulia dove il bollo è di competenza dell’Agenzia delle Entrate Stessa. Da questa definizione si apprende un primo fondamentale elemento per comprendere l’importo e le condizioni per pagare bollo auto: esso varia da regione a regione. C’è quindi un terzo fattore, oltre alla potenza e alla classe ambientale, che può aumentare o diminuire il costo del bollo auto: la residenza. Per il calcolo del pagamento bollo, infatti, si tiene conto della regione di residenza del proprietario (o di chi ha l’obbligo di pagare il bollo) del mezzo, non di quella dov’è stata immatricolata.


Bollo automobilistico: chi ha l’obbligo di pagarlo

Secondo la legge italiana il bollo auto è una tassa di proprietà, per cui è il proprietario del mezzo il responsabile del pagamento. La proprietà di un’auto o di una moto è quella che risulta presso il PRA, il Pubblico Registro Automobilistico. In caso di proprietà la legge prevede che l’obbligo di saldare l’annualità del bollo auto spetti a colui che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risulta essere il proprietario del mezzo in oggetto.

Per le auto in leasing, invece, il discorso è simile. Nonostante non siano i proprietari del mezzo, ma solamente gli utilizzatori o coloro che godono temporaneamente dell’uso del mezzo, chi ha sottoscritto un contratto di noleggio a lungo termine hanno comunque l’obbligo di pagare il bollo auto se risultano essere gli utilizzatori del mezzo entro l’ultima data utile di scadenza per il pagamento del bollo automobilistico.


Il calcolo del bollo auto

A quando ammonta il costo del bollo autoveicoli e come fare per calcolarne l’importo? Bisogna innanzitutto premettere che dal 2019, con il decreto legge 124 (articolo 51) è stata cambiata la gestione del pagamento bollo, per cui siamo in una fase di transizione che potrebbe prevedere delle novità. A oggi per calcolare l’importo del bollo automezzi si può utilizzare il calcolatore del sito dell’ACI. Il tool online disponibile permette di selezionare il Tipo di pagamento (rinnovo, prima immatricolazione, targa prova, eccetera), il Tipo di veicolo (autoveicolo, rimorchi, motoveicoli, ciclomotori o minicar), la Regione di residenza dell’intestatario e la Targa del mezzo. In questo modo si ottiene l’importo esatto e anche la regolarità o meno dell’ultimo pagamento.


Calcolo bollo auto senza targa

Se non si è in possesso della targa (auto nuova, acquisto di auto usata, eccetera) il calcolo dell’importo di quanto dovuto per il pagamento bollo auto può essere fatto autonomamente conoscendo la potenza e la classe ambientale. Per le auto Euro 0 il bollo ACI il costo è di 3€ a Kw per le auto fino a 100kW, per quelle con una potenzia superiore il costo è di 4.5€/kW. I mezzi Euro 1 hanno un costo al kW di 2.90 fino a 100kW e di 4.35€ per i mezzi con potenza superiore. Gli autoveicoli Euro 2 hanno un costo che va dai 2.80€ ai 4.20, mentre gli Euro 3 dai 2.70€ ai 4.05. I mezzi Euro 4, Euro 5 ed Euro 6, invece, dai 2.58€ ai 3.57€.

Le auto e le moto storiche

Per le auto e le moto che hanno un interesse storico, ovvero che sono iscritte in particolari albi collezionistici e che dalla prima immatricolazione sono passati tra i 20 e i 29 anni di età, hanno una riduzione del 50% sull’importo del bollo. Va detto che l’anzianità del mezzo non è condizione esclusiva per ottenere il dimezzamento del bollo auto, ma solo uno dei due elementi. Il mezzo, infatti, deve rispettare precisi requisiti di conformità, pena l’esclusone dall’agevolazione e l’obbligo di pagare il bollo per l’importo corrispondente alla potenza, alla classe ambientale e alla regione.


Il bollo auto per le auto ibride ed elettriche

Ci sono poi categorie di automobili esentate dal pagamento dei bolli auto e sono tutti quei veicoli con alimentazione ibrida (benzina e GPL) o completamente elettrica. Tale opportunità permette, per i primi anni dall’immatricolazione, di eliminare questo costo, risparmiando ulteriormente sui costi di gestione della propria automobile. Scegliendo auto ibride o elettriche è possibile anche aumentare, quindi, la potenza e la cilindrata della vettura, senza andare incontro a un bollo auto elevato. Acquistare un’auto nuova full optional, come la DR F35, la EVO 5 o la EVO 6, non significa più andare in conto a un costo annuo elevato. Anche per quel che riguarda i SUV, come il caso del DR 3 S2, solitamente soggetti a superbolli, sono esentati dal pagamento in quanto ad alimentazione ibrida o elettrica.


Come pagare bollo auto

Per pagare il bollo auto è possibile utilizzare diversi metodi. Il pagamento bollo auto può avvenire online attraverso l’home banking della propria banca o il sito delle poste, nei vari punti vendita Lottomatica e Sisal, ma anche direttamente sul sito dell’ACI o dell’Agenzia delle entrate. È possibile anche domiciliare il pagamento bollo sul proprio conto per evitare di dimenticarlo e pagare le relative sanzioni o, ancora, utilizzare l’app IO dedicata proprio alla gestione dei servizi pubblici. Anche alcuni ATM sono abilitati al pagamento del bollo auto. Questa tassa va pagata entro la scadenza, ma vi è tempo fino a tutto il mese successivo per regolarizzare la propria posizione ed evitare di dover poi pagare anche le sanzioni previste.